Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Soave / Via Tamellini

Bocconi killer per animali. I cacciatori collaborano alla ricerca del colpevole

In un mese e mezzo avvelenati dalle esche cinque cani e due gatti. Solidarietà anche dalle associazioni venatorie. I carabinieri cercano di risalire al tipo di veleno utilizzato

Il Comune di Soave si è attivato per allertare i cittadini delle due contrade di Costeggiola dove sono state trovate delle esche avvelenate. Nelle vie Pressi e Tamellini per questi bocconi killer sono già morti in un mese e mezzo cinque cani e due gatti. Sei di questi animali sono morti in sei giorni.

Il quotidiano L'Arena racconta che l'amministrazione comunale ha fissato dei cartelli che invitano a fare attenzione e i carabinieri stanno indagando per trovare il colpevole di questo reato, che come veleno non ha usato un semplice topicida. E scoprire il tipo di veleno utilizzato potrebbe essere d'aiuto per scoprire chi ha realizzato queste esche.

Il Comune di Soave sta cercando la collaborazione di tutti e ha ottenuto anche il sostegno delle associazioni dei cacciatori. Proprio sui cacciatori in un primo momento è stato puntato il dito, ma le associazioni venatorie si dicono estranee ai fatti e sarebbero intenzionate a costituirsi parte civile nel caso in cui il colpevole fosse trovato e processato. Anche i guardia caccia sono al lavoro per vigilare sul caso ed è stato garantito che se il colpevole fosse un cacciatore, la sua radiazione dall'ambito di caccia sarebbe immediata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bocconi killer per animali. I cacciatori collaborano alla ricerca del colpevole

VeronaSera è in caricamento