rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Negrar

Cartelli di allerta a Fiamene di Negrar: «Attenzione bocconi avvelenati»

Purtroppo, una cagnolina è morta perché durante una passeggiata ha ingerito della metaldeide, sostanza chimica usata in agricoltura contro lumache e chiocciole

Dopo essere apparsa sul posto, la segnalazione ha cominciato a circolare anche sui gruppi dei social network dedicati agli animali: «Attenzione bocconi avvelenati». L'avvertimento è stato scritto su dei cartelli apparsi nella zona di Fiamene, nel territorio comunale di Negrar di Valpolicella. Cartelli che sono stati fotografati e le foto poi sono state pubblicate su Facebook per diffondere l'allerta il più possibile.

Purtroppo, a causa di questi bocconi avvelenati, una cagnolina è deceduta. Con la padrona, l'animale domestico era andato a fare una passeggiata a Fiamene ed è probabilmente lì che ha mangiato un boccone di metaldeide, una sostanza regolarmente in commercio perché usata come fitofarmaco contro lumache e chiocciole in agricoltura. La padrona non si è accorta dell'ingestione e quindi non è stata in grado di ricordare il punto preciso in cui queste esche killer possono essere state lasciate. E che si sia trattato di avvelenamento, si è saputo solo dopo settimane, quando sono stati redatti l'autopsia e gli esami tossicologici sul corpo dell'animale.
Subito dopo aver appreso delle cause del decesso del suo animale, la padrona ha scritto e appeso i cartelli a Fiamene e sono anche partite le indagini degli agenti della polizia locale di Negrar, i quali dovranno accertare se c'è del dolo in questo avvelenamento o se si sia trattato di un incidente e ovviamente dovranno individuare l'autore o gli autori.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cartelli di allerta a Fiamene di Negrar: «Attenzione bocconi avvelenati»

VeronaSera è in caricamento