menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto di repertorio)

(foto di repertorio)

Blue Whale, il gioco assurdo arriva anche nel veronese. Una decina i casi

Si tratta di giovani tra i 12 e i 15 che si sono rivolti al Punto Ascolto Disagio Scolastico proprio perché entrati nel vortice di un gioco che propone delle sfide anche violente e pericolose

Svegliarsi alle 4.20 del mattino, guardare film horror a ripetizione, farsi delle incisioni sulla pelle. Sono alcune delle prove assurde proposte da un gioco che circola tra gli adolescenti tramite i social network. Si chiama Blue Whale Game, il gioco della balena blu, e pare sia nato da più di un anno in Russia e potrebbe essere legato ad una serie di suicidi, poiché l'ultima sfida dell'elenco del Blue Whale Game sarebbe proprio salire sull'edificio più alto della propria città e lasciarsi cadere nel vuoto.

Un gioco quindi molto pericoloso, che purtroppo pare sia giunto anche nel veronese. Sono circa una decina i ragazzi tra i 12 e i 15 che si sono rivolti al Punto Ascolto Disagio Scolastico proprio perché entrati nel vortice del gioco. La responsabile del Punto Ascolto, Giuliana Guadagnini, a L'Arena ha spiegato che il Blue Whale Game non è l'unico gioco che gira su internet e che spinge giovani e giovanissimi a compiere azioni violente e rischiose. 

L'invito lanciato ai genitori da parte di Giuliana Guadagnini è di non lasciare che i propri figli si connettano da soli e senza controllo a internet. A questo si aggiunge anche il consiglio della Polizia Postale, che chiede ai genitori di creare un dialogo anche con gli amici dei figli, perché su certi argomenti è più facile che un ragazzo o una ragazza si confidi con un amico piuttosto che con un genitore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento