rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Aifa vieta un lotto di vaccini AstraZeneca. Regione Veneto: «L'abbiamo bloccato»

Il comunicato dell'Agenzia italiana del farmaco precisa che: «Non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e gli eventi segnalati». Il ritiro è precauzionale

In relazione alla decisione dell'Aifa di vietare l'utilizzo sul territorio nazionale delle dosi del lotto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, dopo la segnalazione di alcuni «eventi avversi gravi», la Regione Veneto ha precisato di aver ricevuto un quantitativo di dosi del lotto segnalato e di averne bloccato l'utilizzo del lotto, seguendo così le indicazioni dell'Agenzia italiana per il farmaco. «È opportuno precisare - ha aggiunto la Regione - che è attivo un monitoraggio costante delle reazioni avverse che, finora, non ha fatto registrare episodi di rilievo, ma solo eventi lievi che si possono comunemente verificare dopo l'erogazione di un vaccino. E sono in corso da parte delle strutture tecniche regionali preposte tutte le verifiche farmacologiche del caso, i cui esiti è stato chiesto siano disponibili al più presto possibile».

Il comunicato di Aifa precisa che: «Non è stato stabilito alcun nesso di causalità tra la somministrazione del vaccino e gli eventi segnalati». La sorveglianza ed il ritiro precauzionale sono da interpretare dunque come una procedura a garanzia della sorveglianza e della sicurezza per le persone a cui il vaccino viene proposto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aifa vieta un lotto di vaccini AstraZeneca. Regione Veneto: «L'abbiamo bloccato»

VeronaSera è in caricamento