Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Verona all'interno del blitz della finanza sul mercato cinese

Una rete di interventi che ha visto interessata l'intera penisola e che ha portato al sequestro di beni per una cifra intorno ai 47 milioni di euro e alla denuncia di 213 persone

È di stamattina la notizia di un blitz della Finanza ad un’impresa gestita da titolari cinesi nel veronese, che si inserisce all’interno di una più ampia rete di perquisizioni che ha riguardato tutta la penisola. Il più alto numero di interventi è stato registrato a Roma e a Firenze: nella capitale i blitz sono stati 55, mentre nel capoluogo toscano 25. 21 sono stati i controlli a Prato, due ad Arezzo e uno a Livorno; altre città interessate sono state Brescia, Mantova, Foggia, Reggio Emilia e Bergamo. Le operazioni si sono svolte nell’ambito di indagini sul trasferimento illecito di denaro dall’Italia alla Cina: sono stati denunciati 155 titolari e 58 prestanome e in seguito alle perquisizioni si sono resi necessari vari sequestri di beni per oltre 47 milioni di euro.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona all'interno del blitz della finanza sul mercato cinese

VeronaSera è in caricamento