Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Montorio / Piazza delle Penne Nere

Bimbi morti per il crollo del tetto di una ghiacciaia, mercoledì i funerali

Si svolgeranno alle 9.30 nella chiesa di Montorio, nel frattempo la Procura ha aperto un'indagine contro ignoti. Nessuna responsabilità ipotizzata per i genitori. Si cercano i proprietari della struttura

La ghiacciaia dove è avvenuta la tragedia

Domani, 7 luglio, saranno celebrati i funerali di Tommaso Saggioro e Michele Mazzucato, i due bambini di 7 e 8 anni che hanno perso la vita sabato scorso, mentre giocavano in una ghiacciaia di pietra, a Malga Preta di Sotto. I due bimbi sono deceduti per il crollo del tetto del manufatto, mentre due loro amici sono rimasti lievemente feriti.
Tommaso e Michele erano inseparabili e saranno insieme anche domani nella cerimonia che si svolgerà alle 9.30 nella chiesa di Montorio. Una chiesa che non potrà contenere tutti coloro che vorranno salutare per l'ultima volta i due bambini e per questo saranno allestiti dei posti per assistere alla funzione all'esterno della chiesa, nel vicino campo sportivo. Per Verona, città di Tommaso e Michele, e per Sant'Anna d'Alfaedo, comune dove i due sono morti, quella di domani sarà una giornata di lutto cittadino.

Il via libera ai funerali è stato dato ieri, dopo l'esame necroscopico sui corpi dei due bambini. Non una vera e propria autopsia, perché non ci sono dubbi sulle cause della morte di Tommaso e Michele. Gli unici dubbi riguardano le responsabilità e per questo è stata aperta un'indagine dalla Procura di Verona. Un'indagine al momento contro ignoti e con due capi di imputazione: omicidio colposo plurimo e lesioni colpose. Tutti, non solo la magistratura scaligera, vogliono sapere se la tragedia di sabato scorso si poteva evitare oppure no.
È certo che i genitori dei due bimbi non hanno nessuna colpa ed è altrove che gli investigatori hanno puntato la loro attenzione. La Procura vuole conoscere il nome del proprietario o i nomi dei proprietari della ghiacciaia e vuole sapere se di recente abbiano verificato la stabilità della struttura. E probabilmente saranno coinvolti nelle investigazioni anche degli esperti per capire se la ghiacciaia fosse o meno pericolante e dunque se fosse necessario recintarla o almeno segnalare il pericolo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbi morti per il crollo del tetto di una ghiacciaia, mercoledì i funerali

VeronaSera è in caricamento