menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Volante al supermercato Esselunga di viale del Lavoro a Verona

La Volante al supermercato Esselunga di viale del Lavoro a Verona

Avvistato su una bici rubata: botte e morsi agli agenti. Sarà espulso

Un cittadino di Verona lo ha notato nel parcheggio dell'Esselunga di viale del Lavoro, in sella al mezzo di cui aveva denunciato il furto il mese scorso e ha avvisato la centrale operativa della Questura

Gli agenti della squadra Volanti si sono avvicinati per chiedergli spiegazioni da momento che si trovava in sella ad una bici rubata, ma lui avrebbe perso le staffe e avrebbe iniziato a picchiarli con ferocia, causando ad uno dei poliziotti lesioni giudicate guaribili in 30 giorni.

Il tutto sarebbe avvenuto intorno alle ore 21 di martedì, quando la centrale operativa della Questura di Verona è stata contattata da un uomo che ha segnalato di aver avvistato, presso il parcheggio del supermercato Esselunga di Viale del Lavoro, un cittadino straniero in sella alla bicicletta che gli era stata rubata il mese scorso e di cui aveva subito denunciato il furto.
Arrivati sul posto, gli agenti si sono diretti verso l'uomo indicato, che ancora prima di essere raggunto si sarebbe mostrato scontroso e ostile nei confronti delle forze dell'ordine, rivolgendo loro espressioni estremamente oltraggiose.

Nel tentativo di riportare la situazione alla calma, un poliziotto si è avvicinato a I.L., 34enne cittadino nigeriano e richiedente asilo politico, che per tutta risposta si sarebbe scagliato violentemente contro gli operatori, colpendoli ripetutamente con calci e pugni, e facendone cadere a terra uno. A quel punto il 34enne si sarebbe avventato contro l'uomo a terra mordendolo con violenza inaudita all’avanbraccio, tanto da strappargli vistosamente l’uniforme e lasciare ben visibili i segni della dentatura sulla pelle.
Soltanto l’intervento di altri operatori giunti in aiuto ha consentito di bloccare I.L., che avrebbe mantenuto un atteggiamento aggressivo anche dopo l’arresto.

A causa delle gravi ferite riportate, il poliziotto intervenuto è dovuto ricorrere alle cure del Pronto Soccorso, dove gli sono state diagnosticate una frattura scomposta della mano sinistra e ferite causate da un morso umano, con una prognosi di 30 giorni.

Tale comportamento sconsiderato è costato al 34enne, già noto alle forze dell’ordine, l’arresto per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. Inoltre, è scattata nei suoi confronti anche la denuncia per oltraggio a pubblico ufficiale e ricettazione, essendo stato trovato in possesso di una bicicletta oggetto di furto.
Mercoledì mattina, all’esito del rito direttissimo, il giudice ha convalidato il provvedimento e disposto la misura della custodia cautelare in carcere, concedendo il nulla osta all’espulsione.
L'Ufficio Immigrazione, pertanto, ha già preso in carico la posizione dello straniero che, dopo aver ottenuto il rigetto della richiesta di protezione internazionale da parte della Questura di Gorizia, aveva ripresentato la stessa domanda presso la Questura di Verona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento