menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Berlusconi colpito al viso Arrestato l'aggressore

Berlusconi colpito al viso Arrestato l'aggressore

Berlusconi colpito al viso Arrestato l'aggressore

Il premier raggiunto al volto da Massimo Tartaglia, in cura per problemi mentali

MILANO - Silvio Berlusconi è stato colpito al volto mentre firmava gli autografi al termine del suo comizio in piazza Duomo a Milano. Il presidente del Consiglio, che subito dopo l'aggressione sanguinava copiosamente dal labbro inferiore, è stato portato via dalla piazza in macchina ed è stato medicato all'ospedale San Raffaele. Secondo ambienti governativi, "il presidente sta bene".

Il ministro della Difesa Ignazio La Russa ha aggiunto che Berlusconi rimarrà "in osservazione fino a domani e passerà la notte in ospedale". Il referto medico, che ha seguito la tac, parla di due otturazioni saltate, un'infrazione all'osso nasale e un labbro spaccato. I medici hanno prescritto 20 giorni di prognosi per il presidente del Consiglio.

A colpirlo è stato un uomo di 42 anni, Massimo Tartaglia, immediatamente fermato dalla polizia che l'ha sottratto alla folla furiosa. In serata poco prima le 22 è stato formalmente arrestato per lesioni personali aggravate dalla qualità della persona offesa e dalla premeditazione perché in tasca gli è stato trovato uno spray al peperoncino.

Secondo una prima ricostruzione, Tartaglia aveva in mano una statuina del Duomo, con la quale lo ha colpito al labbro inferiore. La polizia, dopo averlo portato in Questura, ha perquisito l'appartamento dell'uomo. Fonti investigative hanno reso noto che Tartaglia è in cura da 10 anni al Policlinico di Milano per problemi mentali e che non ha né precedenti penali, né ha segnalazioni a suo carico alla Digos per legami con gruppi organizzati ed estremisti.

Adnkronos/Ign
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento