rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Belfiore avr, finalmente, un suo acquedotto

Il progetto coster quasi tre milioni di euro.

Il Consiglio di Amministrazione dell’AATO Veronese ha approvato, nel corso dell’ultima seduta svoltasi nei giorni scorsi, la realizzazione dell'acquedotto di Belfiore (oggi inesistente) che sarà alimentato dall'acqua proveniente dalla centrale di Almisano, sviluppandosi per circa 5,7 km attraverso il Comune di San Bonifacio e arrivando a Belfiore con una rete di distribuzione interna di circa 10 km. Ad oggi Belfiore è sprovvisto di una rete di distribuzione idrica e questa mancanza è sopperita dalla presenza di circa 900 pozzi privati. Le nuove opere permetteranno di dotare del servizio acquedotto circa 1.800 abitanti che attualmente si servono di pozzi privati per l’approvvigionamento idrico. Il tracciato prevede l’attraversamento del Torrente Alpone, che verrà realizzato con la tecnica della Trivellazione Orizzontale Controllata (TOC) che prevede la posa in opera di tubazioni senza scavo a cielo aperto. La nuova condotta convoglierà la risorsa idrica proveniente dalla centrale di pompaggio di Madonna di Lonigo, in provincia di Vicenza. Sulle tubazioni saranno inserite differenti tipi di prese, per utenze private, utenze pubbliche, per idranti antincendio e fontanelle stradali. Saranno inoltre presenti eventuali dispositivi per il lavaggio delle fognature, dispositivi di intercettazione, di sfiato e di scarico. La rete di condotte si svilupperà lungo le strade e le piazze del centro abitato, ad una profondità di almeno 1 m, per una lunghezza complessiva di circa 10 km. E’ prevista la predisposizione di circa 600 allacciamenti, con la copertura quindi di circa 1.800 nuovi abitanti. Il progetto preliminare ammonta a 2 milioni e 850 mila euro.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Belfiore avr, finalmente, un suo acquedotto

VeronaSera è in caricamento