Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Stadio / Via Adriano Cristofoli

Bazar di merce rubata in un garage di via Cristofoli, acciuffato 30enne

Anche in questo caso la scoperta è avvenuta grazie alle segnalazioni dei residenti, insospettiti dal traffico messo in piedi da un 30ene nato in Salvador con cittadinanza italiano, in zona Stadio

Un bazar di merce rubata stipata in un garage di via Cristofoli. Questo ciò che si sono trovati davanti gli agenti del reparto Volanti della polizia di Verona. Anche in questo caso la scoperta è avvenuta grazie alle segnalazioni dei residenti, insospettiti dal traffico messo in piedi da un 30ene nato in Salvador ma cittadino italiano, in zona Stadio. Una volta intercettato dai poliziotti, infatti, è stato pedinato per scoprire il suo nascondiglio, ovvero un box condominiale, abusivamente occupato e utilizzato anche come dormitorio.

LA REFURTIVA - Oltre a numerose borse e oggetti di arredo, hanno trovato dieci navigatori satellitari, marca Garmin e Tom Tom, alcuni dei quali completi di custodie, uno smartphone Samsung Galaxy, corredato di sim card, tre router wi-fi, un miniregistatore, un telefono cordless, un remote controller Tom Tom e una notevole quantità di cavi ed alimentatori per apparati tecnologici. In una borsa, poi, sono stati rinvenuti diversi arnesi da scasso come cacciaviti, pinze, coltelli multiuso, taglierini, grimaldelli e chiavi inglesi. Quando si è trovato davanti agli agenti ha anche cercato di reagire con minacce e resistenza al fermo. La perquisizione personale ha poi consentito di rinvenire e sequestrare 223 euro e tre banconote di valuta straniera, denaro del quale l'uomo non ha saputo fornire indicazione circa la provenienza, dato il suo stato di disoccupato senza fissa dimora.

Da accertamenti più approfonditi sono anche emerse le dieci denunce per furti e borseggi, in base alle quali era stato sottoposto all’obbligo di firma. Alle contestazioni mosse dagli dagli agenti, il 30enne ha confessato di essere il responsabile dei furti di tutta la merce. Nei suoi confronti p scattata così la denuncia a piede libero con l’accusa di ricettazione. Per le accuse di resistenza, violenza e minacce a pubblico ufficiale l’uomo è stato arrestato e condotto davanti al giudice che ha rinviato l’udienza al prossimo 24 giugno. Fino ad allora dovrà presentarsi in Questura per l’obbligo di firma. La polizia è ora a caccia dei legittimi proprietari della merce.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bazar di merce rubata in un garage di via Cristofoli, acciuffato 30enne

VeronaSera è in caricamento