Appoggio del consigliere regionale Bassi ai sindaci veronesi anti-Sprar

"La loro battaglia è la nostra battaglia", ha detto il consigliere di Centro Destra Veneto. Un fronte finora formato da almeno 24 primi cittadini

Sono perfettamente d'accordo con i sindaci veronesi che hanno detto No allo Sprar.

Il consigliere regionale del Centro Destra Veneto Andrea Bassi sostiene il fronte finora formato da 24 sindaci dei comuni veronesi che muovono battaglia contro l'accoglienza dei migranti. Una lotta politica che potrebbe concretizzarsi nel far valere le norme igenico-sanitarie nelle strutture utilizzate dalle cooperative per ospitare i richiedenti asilo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La loro battaglia è la nostra battaglia - ha dichiarato Bassi - Insieme la stiamo portando avanti contro questo ricatto dello Stato che scarica un problema di così ampia portata ed impatto sociale sui comuni, sui sindaci e sul territorio. Già da qualche mese lavoriamo su questa vergognosa situazione. Abbiamo presentato una risoluzione in Consiglio Regionale per dire basta al ricatto dello Sprar, al quale spesso i comuni sono letteralmente costretti ad aderire pena il rischio di vedersi inondati di un numero ancor maggiore di immigrati. Abbiamo invitato una missiva a tutte le prefetture del Veneto con la richiesta del numero dei richiedenti asilo arrivati nelle varie province venete fino ad oggi, ed il numero dei rimpatri di coloro che si sono rivelati senza i requisiti per godere di uno dei vari status di protezione internazionale. Ad oggi non ci è stata data alcuna risposta, ma attendiamo fiduciosi. Nel frattempo però vogliamo denunciare come la situazione sia ormai insostenibile e il rischio di creare conflitti sociali con gli strati più poveri della popolazione locale si stia impennando pericolosamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento