Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Luigi Prina

Disordini, liti e schiamazzi: scattano 30 giorni di sigilli per il bar Coco Loco

Il provvedimento è stato messo in atto dalla Polizia di Stato nella mattinata di giovedì. Nei giorni scorsi, proprio fuori dal locale di via Prina, era stata segnalata un'accesa lite che aveva portato sul posto gli uomini delle Volanti

L'apposizione dei sigilli al bar Coco Loco

Sono scattati i sigilli per il bar Coco Loco di via Luigi Prina 11, a Verona, fuori dal quale si è consumata una lite nei giorni scorsi. Il provvedimento di sospensione della licenza, eseguito dalla Polizia di Stato, è stato adottato in esito a ripetuti accertamenti che avrebbero fatto emergere con chiarezza i gravi disordini causati dagli avventori del locale, che nella maggior parte dei casi sarebbero dovuti al consumo smodato di bevande alcoliche. 

Le condotte illecite e i gravi disordini accertati dai poliziotti, avvalorati dalle numerose segnalazioni dei residenti, hanno indotto il Questore di Verona, in qualità di Autorità provinciale di Pubblica Sicurezza, a disporre la sospensione della licenza comunale di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande e l’apposizione dei sigilli nel bar per 30 giorni.

L’attività degli uomini della Divisione P.A.S.I., delle Volanti e della Polizia Scientifica si è conclusa giovedì mattina, con la notifica del provvedimento alla titolare del locale ai sensi dell’art. 100 del T.U.L.P.S, che prevede la possibilità per il Questore di disporre la sospensione della licenza degli esercizi di abituale ritrovo di persone pregiudicate o che, comunque, costituiscano un pericolo per l’ordine pubblico o per la sicurezza dei cittadini.

19.09.2019 - Pasi - Sospensione Esercizio Coco Loco 2-2

Le indagini effettuate dalle forze dell'ordine infatti, avrebbero consentito di definire l’esercizio come "teatro abituale di episodi di violenza collettiva": lo scorso 16 settembre, gli agenti delle Volanti sono intervenuti nei pressi del locale a seguito di una lite scaturita per futili motivi e certamente aggravata dal consumo di alcolici. I poliziotti, che giunti sul posto hanno provveduto a contattare gli operatori sanitari per garantire le cure ad alcuni dei litiganti feriti, dopo circa 45 minuti dall’intervento si sono imbattuti in altri individui che, di ritorno nei pressi del bar, hanno iniziato nuovamente ad attaccar briga con i presenti, senza alcun riguardo per le forze di polizia e per il personale medico sul posto.

Si tratterebbe solo dell’ultimo episodio accertato dagli agenti della Questura di Verona che, già nel dicembre dello scorso anno, erano stati chiamati ad intervenire a seguito della segnalazione di un uomo di etnia slava che, all’interno del bar, si era reso responsabile di gravi molestie sfociate in minacce a mano armata nei confronti di altri avventori.

Gli agenti della Divisione PASI, durante gli accertamenti, hanno inoltre rilevato, a carico della titolare dell’esercizio pubblico, la violazione amministrativa dei regolamenti comunali disciplinanti gli orari di apertura e chiusura dell’esercizio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disordini, liti e schiamazzi: scattano 30 giorni di sigilli per il bar Coco Loco

VeronaSera è in caricamento