Profughi, pubblicato il bando per l'accoglienza di 3.200 richiedenti asilo

Per i 33 Comuni veronesi che hanno aderito allo Sprar, la Prefettura farà scattare la clausola di salvaguardia: al massimo 3 profughi ogni 1000 abitanti

È stata pubblicata ieri, 22 maggio, dalla Prefettura di Verona, che l'ha chiamata così: "Gara per la stipulazione di un accordo quadro con più soggetti per l'affidamento nel territorio della provincia di Verona del servizio di accoglienza e assistenza di cittadini stranieri richiedenti la protezione internazionale dal 1 luglio 2017 al 31 dicembre 2017". Tradotto dal burocratese è il bando con cui chi vuole partecipare offre la propria disponibilità a gestire i profughi destinati al territorio veronese quest'anno.

Quanti sono questi profughi è la stessa Prefettura a stimarlo: 3.200. È un fabbisogno presunti e dato dalla somma dei richiedenti asilo attualmente ospitati in provincia (poco più di 2.500) con quelli che ipoteticamente potrebbero essere inviati in terra scaligera nella seconda parte dell'anno, dato che gli sbarchi non accennano a cessare.

L'IRA DI LUCA ZAIA

La Prefettura deve trovare sistemazione anche ai profughi già presenti sul territorio perché presi con chi attualmente si occupa dell'accoglienza scadono a fine giugno e quindi per la fine dell'anno dovranno essere riconfermati oppure modificati. Modificati perché la situazione in provincia è cambiata. Sono saliti infatti a 33 i Comuni che hanno aderito allo Sprar e per loro deve valere la proporzione 3 profughi ogni 1000 abitanti. Significa che in quei Comuni dove questa proporzione non viene rispettata per eccesso, i richiedenti asilo saranno sistemati altrove. E con altrove s'intende anche gli altri Comuni veronesi che non hanno aderito allo Sprar ma che potrebbero ospitare dei Cas (centri di accoglienza straordinaria), come del resto avviene già adesso.

Il costo di questo accoglienza lo ha specificato sempre la Prefettura: 35 euro al giorno per ogni richiedente asilo. Per sei mesi significa circa 20 milioni di euro. Con la possibilità di ripetere il servizio anche nel 2018.

Il termine ultimo per fare richiesta di adesione al bando della Prefettura è il 12 giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento