Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Cologna Veneta / Via Cavour

Banda da film a Cologna: quattro furti e uno scontro a fuoco

Nonostante una gomma bucata dai proiettili di un carabiniere, i malviventi sono riusciti a mettere a segno altre tre rapine e, tallonati dalle volanti, a fuggire nella notte abbandonando l'auto

  Una vera e propria serie di furti e rapine quella che ieri ha investito Cologna, tutti opera della stessa, metodica, banda. I ladri hanno cominciato la loro "opera" nel negozio "D.B. Detersivi" di via Cavour, riuscendo a sfuggire ad un carabiniere che cercava di bloccarli. I malviventi hanno puntato il militare e ha premuto sull'acceleratore dell'auto, cercando di travolgerlo.  I delinquenti sono quindi schizzati via, non per nascondersi ma per mettere a segno altri tre colpi, tutti in rapida successione e tutti nella stessa zona, proprio mentre le forze dell'ordine davano loro la caccia. Il gruppetto di rapinatori si è spostato quindi nella provincia di Padova, piú precisamente a Montagna, a soli 10 km, dove è riuscito a collezionare refurtiva per circa 20 mila euro, fino ad essere messo seriamente alle strette dalle forze dell'ordine.

Secondo le prime ricostruzioni la banda pare essere uscita direttamente da un film di Hollywood: sangue freddo, determinazione e la capacità di mettere sotto scacco gli agenti di polizia veneti. Il gruppo, composto da tre persone di età ed etnia sconosciute, avrebbe cominciato la sua notte brava rubando un suv Fiat in una concessionaria padovana, lo stesso utilizzato poi per tutti e quattro i furti notturni. Arrivati al negozio di cosmetici e detergenti a Cologna, due membri del gruppo sono scesi a forzare l'ingresso e fare incetta di refurtiva, mentre il terzo restava in macchina, tenendo caldo il motore in caso di imprevisti. Imprevisti che non hanno tardato a presentarsi nella persona di un carabiniere del nucleo Radiomobile che, abitando nella zona, era stato svegliato dai colpi dei ladri che,  armati di mazze e picconi, distruggevano il vetro antisfondamento della vetrina. Sceso in strada, il militare ha intimato ai tre di fermarsi ed identificarsi. Per tutta risposta il ladro al volante ha ingranato la marcia e ha tentato di investirlo. Il carabiniere non si è perso d'animo e, schivata l'automobile, ha estratto la pistola e fatto fuoco in direzione del mezzo, facendo saltare una gomma. Nel frattempo i due complici fuggivano dal retro del negozio e si ricongiungevano quindi con il guidatore. 

Mentre il carabiniere chiamava rinforzi la banda è riuscita a cambiare la ruota danneggiata e mettere quindi a segno altri tre colpi, rispettivamente in una tabaccheria, una ricevitoria e una trattoria. Solo a quel punto, all'altezza di Saletto, in direzione Monselice, il gruppetto è stato intercettato dalle forze dell'ordine, che hanno quindi fatto partire un inseguimento al cardiopalma per le strade della provincia. Le pattuglie dell'Arma di Solesino e Piacenza d'Adige hanno messo il sale sulla coda dei malviventi e, in zona Ospedaletto, i tre si sono visti costretti ad abbandonare l'auto e scappare a piedi per le campagne. All'interno dell'auto, i carabinieri della compagnia di Este, impegnati ora nelle ricerche, hanno rinvenuto la refurtiva dei quattro colpi: un sacco di creme e profumi, tre stecche di sigarette, un televisore e un pc. Intanto, però, i tre malviventi sono riusciti a farla franca e, come in un film d'azione, siamo sicuri che presto torneranno a colpire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda da film a Cologna: quattro furti e uno scontro a fuoco

VeronaSera è in caricamento