Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Roma / Via Arch. Bartolomeo Giuliari

La banda del buco colpisce ancora: in un mese svuotata due volte la stessa tabaccheria

Anche questa volta i ladri hanno aperto un varco in una parete, lavorando dall'appartamento adiacente, e anche questa volta hanno portato via decine di migliaia di euro in tabacchi e valori bollati

Squadra che vince non si cambia, recita un vecchio detto, forse preso ad esempio anche da alcuni ladri molto attivi in città, visto che, a distanza di un mese, hanno deciso di tornare all'assalto e rapinare la stessa tabaccheria che avevano già preso di mira a metà marzo, tra l'altro con le stesse modalità: il 16 marzo i ladri avevano aperto una breccia nel muro dell'ingresso della casa a fianco al civico 29/d di via Giuliari, in borgo Roma. L'altra notte invece sono entrati nell'appartamento adiacente all'esercizio commerciale e hanno lavorato con calma. Hanno potuto abbattere il muro in tranquillità perché in questo momento l'appartamento è sfitto e nella palazzina non ci vive nessuno. E nessuno quindi si è accorto di quel che stava succedendo a fianco della tabaccheria in piena notte.

COLPO GROSSO - In una brutta replica di quanto già accaduto il mese scorso, anche questa volta i malviventi si sono portati via tabacchi, valori, gratta e vinci e denaro: in totale merce per un valore di circa 30mila euro. E dall'altro ieri sulla saracinesca abbassata c'è il cartello che avvisa della seconda “visita decisamente sgradita”. Si sono accaniti, hanno atteso che venisse riparato il varco aperto a colpi di piccone nella parete dell'atrio del palazzo, che il titolare effettuasse un nuovo rifornimento e poi, con la medesima tecnica, hanno agito con calma, senza doversi preoccupare di essere scoperti. Del resto erano già riusciti a forzare il portoncino d'ingresso tre settimane fa, nella notte tra venerdì e sabato il copione è stato più o meno lo stesso. Solo che questa volta hanno preferito forzare anche la porta dell'appartamento, probabilmente per evitare di essere notati e poi per cambiare parete. Non si può nemmeno escludere che i malviventi abbiano effettuato un sopralluogo in tabaccheria per individuare la parete da perforare per poter entrare la seconda volta. È stato comunque un lavoro che ha richiesto parecchio tempo ma il fatto di essere all'interno di una casa, protetti, ha permesso loro di agire con calma. Come avevano del resto fatto anche la volta precedente.

SVUOTATO - Identiche le modalità e identico lo “scenario” che l'indomani si è trovato di fronte il proprietario: le scaffalature sulle quali erano sistemati i pacchetti di sigarette e altri tabacchi erano vuote, il negozio era sottosopra, spariti i tagliandi delle lotterie istantanee e anche altri valori. La denuncia alla polizia, gli accertamenti e il sopralluogo degli agenti del commissariato di borgo Roma sono stati i passaggi successivi. Proprio come il 16 marzo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La banda del buco colpisce ancora: in un mese svuotata due volte la stessa tabaccheria

VeronaSera è in caricamento