Bagnini e respirazione "bocca a bocca" vietata dall'Inail: la polemica scivola in bufala

No, non è vero che quest'estate sarà «vietato annegare»

Bagnino - immagine d'archivio

«Si raccomanda di valutare il respiro soltanto guardando il torace della vittima alla ricerca di attività respiratoria normale, ma senza avvicinare il proprio volto a quello della vittima e di eseguire le sole compressioni (senza ventilazioni) con le modalità riportate nelle linee guida. Se disponibile un DAE utilizzarlo seguendo la procedura standard di defibrillazione meccanica».

È questo il passaggio, da più fronti contestato, contenuto nelle linee guida prodotte dall'Inail per quanto riguarda la "balneazione". Quel «senza ventilazione» ha generato non poche perplessità, poiché giornalisticamente è stato tradotto (male) come un semplice: «L'Inail ha detto che i bagnini non devono fare la respirazione bocca a bocca, dunque quest'estate sarà vietato affogare». Persino una rivista scientifica come Medical Facts ha più o meno (con qualche cautela, ma senza approfondire) preso per buone queste libere interpretazioni dei giornali, con tanto di articolo rilanciato dal dottor Roberto Burioni via social che titola: «Coronavirus: la regola sui bagnini, come perdere il senso delle proporzioni».

Ora, le cose sono in realtà un po' più complesse, e non intendiamo da un punto di vista medico, perché di questo è giusto si occupino i dottori e, casomai i soccorritori, ma da un punto di vista giornalistico. Infatti, se da un lato è senz'altro vero che l'Inail abbia detto (o meglio scritto) nelle linee guida che la respirazione non deve avvenire "bocca a bocca", e questo per evitare di esporre al rischio contagio il soccorritore, d'altro canto l'Inail ha scritto anche un'altra cosa. E cioè, «di attenersi alle raccomandazioni impartite dall’Italian Resuscitation Council (IRC) nonché dall’European Resuscitation Council (ERC) nell’esecuzione della rianimazione cardiopolmonare, riducendo i rischi per il soccorritore (nella valutazione del respiro e nell’esecuzione delle ventilazioni di soccorso)». Fermiamoci un attimo: l'Inail scrive di «attenersi alle raccomandazioni» dell'IRC  e dell'ERC in merito alla «valutazione del respiro» e nell'«esecuzione delle ventilazioni di soccorso».

Scarica le istruzioni dell'Italian Resuscitation Council

Le indicazioni dell'Italian Resuscitation Council (IRC) sono molto complesse e, ad esempio, differenziano anche la situazione tra adulti e bambini, ma soprattutto affermano nello specifico che «in caso di un adulto in arresto cardiaco con sospetta o accertata infezione Covid-19», allora «si raccomanda di eseguire la RCP con le sole compressioni toraciche». Lo ribadiamo, in caso di adulto «con sospetta o accertata infezione», il che evidentemente non significa sempre e comunque come invece quasi tutti i giornali, forse tutti, hanno finora scritto o, il che è peggio, hanno lasciato intendere. Di più, nel caso di soccorso a un bambino, invece, l'IRC scrive che essendo «improbabile che l’arresto cardiaco sia causato da un problema cardiaco», allora «la rianimazione cardiopolmonare completa con compressioni toraciche e ventilazioni rimane fondamentale per aumentare le possibilità di sopravvivenza». Noi non siamo degli esperti di rianimazione cardiopolmonare e dunque non entriamo nel merito della questione, ci limitiamo a notare che se qualcuno vuole polemizzare sul tema, più che farlo con l'Inail dovrebbe farlo con gli esperti dell'IRC – Italian Resuscitation Council.  

Istruzioni respirazione cardiopolmonare IRC ADULTI

Le istruzioni dell'Italian Resuscitation Council per gli adulti

Alla luce di tutto questo, vale quindi la pena concludere evidenziando infine che la respirazione "bocca a bocca", in ogni caso, non è l'unico metodo di ventilazione a disposizione di un bagnino che deve effettuare le operazioni di soccorso. Questo poiché, ad esempio, esiste anche la possibilità di utilizzare le maschere con ossigeno dotate del cosiddetto "reservoir" e il "palloncino" autoespandibile che può essere impiegato per aiutare la respirazione, da taluni considerati strumenti migliori e comunque adatti allo scopo.

Istruzioni respirazione cardiopolmonare IRC BAMBINI

Le istruzioni dell'Italian Resuscitation Council per i bambini

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

Torna su
VeronaSera è in caricamento