Cronaca Piazza delle Erbe

BabyinItaly, il sito di recensioni di luoghi per famiglie, ha aperto una sezione veronese

Ora anche per Verona si potranno lasciare recensioni sulle attività, i luoghi e le cose da fare adatte ai bambini e alle famiglie. Il primo contributo è di un papà che parla di Gardaland

BabyinItaly, portale nazionale con sezioni locali dedicato alle famiglie, ha aperto la sezione dedicata alla città di Verona. La missione di BabyinItaly è quella di diventare il portale di riferimento che guidi famiglie, genitori, nonni, zii, educatori alla scoperta dei luoghi maggiormente attenti alla dimensione famiglia.

BabyinItaly non è un portale come tanti altri: la redazione infatti non è interna, ma tutti coloro che lo desiderano possono scrivere e raccontare un’esperienza o fare una recensione. Sono gli utenti a scrivere recensioni su negozi, ristoranti, alberghi, aree divertimento e spazi dedicati ai più piccoli condividendo con i lettori le proprie esperienze e impressioni. Per farlo basta accedere al form https://www.babyinitaly.it/richiesta/provincia.

Siamo genitori e sappiamo come sia difficile trovare luoghi accoglienti e ospitali per noi famiglie. È nata proprio da questa considerazione l’idea di realizzare un portale dedicato alle esperienze e ai consigli degli internauti per gli internauti”, racconta Alice Palumbo, uno dei soci fondatori del portale. La mappa interattiva presente nel portale mostra poi, attraverso icone intuitive, la posizione geografica di tali recensioni, consentendo agli utenti di scoprire dove si trovino i luoghi e gli appuntamenti baby-friendly, così come scoprire attraverso la navigazione via smartphone quali siano i più vicini a loro. Il primo articolo pubblicato nella sezione di Verona è di papà Simone che recensisce positivamente il parco divertimenti Gardaland, secondo lui posto ideale dove poter far divertire i propri bambini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

BabyinItaly, il sito di recensioni di luoghi per famiglie, ha aperto una sezione veronese

VeronaSera è in caricamento