rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca Sona

Resta alto l'allarme aviaria, già abbattuti 80 mila animali a Sona

Per misura precauzionale gli allevatori stanno già procedendo alla decimazione. Nei prossimi giorni ne saranno soppressi altrettanti. Intanto l'Ulss 22 ha confermato la presenza del virus

Dopo le prime segnalazioni dei giorni scorsi, la paura per il morbo sta mietendo le prime vittime. Si allarga infatti il timore di contagio per il nuovo caso di influenza aviaria che sta interessando il Veneto, specialmente nel veronese e nel trevigiano. In un allevamento di Sona sono già stati soppressi 80 mila capi di animali, tra polli, anatre, faraone. Nei prossimi giorni è prevista l'eliminazione di almeno altrettanti capi, sempre a titolo precauzionale. Il direttore del servizio veterinario dell'Ulss 22, Alessandro Salvelli, ha confermato la presenza del virus, precisando però che è a bassa patogenicità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resta alto l'allarme aviaria, già abbattuti 80 mila animali a Sona

VeronaSera è in caricamento