Albaredo d'Adige, nuovi abbattimenti di polli e tacchini per il rischio aviaria

In totale saranno 61.460 i volatili che si dovranno sopprimere in quattro diverse aziende agricole del territorio. Una scelta presa a scopo precauzionale per evitare una possibile epidemia

Purtroppo non si fermano gli ordini di abbattimento negli allevamenti avicoli del veronese a scopo precauzionale per evitare il rischio di un'epidemia di influenza aviaria tra polli e tacchini. A febbraio oltre 40 mila tacchini furono abbattuti a Gazzo, ad aprile a San Bonifacio, e la settimana scorsa ad Albaredo.

Gli abbattimenti ad Albaredo però non sono terminati. Lunedì scorso, 31 luglio, sono state firmate quattro nuove ordinanze che riguardano quattro diverse aziende del territorio. A tutte è stato imposto l'uccisione di tacchini di polli in seguito al focolaio di influenza aviaria scoperto nell'allevamento di Luciano Magareggia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le ordinanze riguardano gli allevamenti Gaspare Marini, Tito Migliorini, Francesco Suman e l'azienda agricola di Carlo e Savino Pacchin. In totale saranno abbattuti 61.460 volatili, tra polli (42.260) e tacchini (19.200). Le operazioni di abbattimento sono iniziate ieri, 1 agosto, e continueranno in questi giorni fino alla loro ultimazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento