rotate-mobile
Cronaca

Aveva un chilo di fumo da spacciare. Arrestato

Era stato scortato dalla polizia fino a casa dove nascondeva 15mila euro in droga

Riusciva a mantenersi spacciando hashish e figurava attualmente come “in cerca di occupazione”, Mimmo Mogavero, 27enne di Verona, arrestato venerdì scorso da una pattuglia della Polizia per possesso di droga a fini di spaccio. Il suo fermo è scattato durante il controllo d’ordinanza dei veicoli in transito mentre viaggiava a bordo del suo scooter, alle 14e40, in stradone Santa Lucia. E’ stato il forte odore di hashish di cui erano impregnati i vestiti ad insospettire gli agenti che hanno provveduto a scortare il 27enne nel suo appartamento di via Guerrieri in cerca del documento d’identità.

Una volta giunti nel locale, è stato proprio l’odore acre del “fumo” a far partire la perquisizione. La droga era nascosta all’interno di alcune scatole in giro per casa: oltre mille i grammi divisi in stecche rinvenuti e sequestrati per un ammontare di circa 15mila euro e alcuni ovuli con dosi già disposte. Poi bilancini, coltelli per fabbricare le dosi e pellicole per confezionarle. Le indagini hanno portato anche al sequestro di 120 euro in contanti, un bloc-notes in cui lo spacciatore era solito compilare il nome del compratore, quantitativo e ricavato dello spaccio e due cellulari nei quali sono stati ritrovati messaggi sms da alcuni mittenti che richiedevano i suoi “servigi”.

Dai controlli della banca dati non sono emersi particolari reati specifici e legati allo spaccio di sostanze stupefacenti ma nella fedina penale del 27enne comparivano alcuni precedenti legati a rapine e la sospensione della patente. Ieri la convalida dell’arresto che ha disposto la sua permanenza in carcere a Montorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva un chilo di fumo da spacciare. Arrestato

VeronaSera è in caricamento