menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aveva travolto e ucciso un centauro, il video lo inchioda

Aveva travolto e ucciso un centauro, il video lo inchioda

Aveva travolto e ucciso un centauro, il video lo inchioda

Rintracciato assieme all'auto un marocchino di 24 anni. Si era scontrato con una moto a Minerbe

Aveva investito e ucciso Massimo Saccomani, motociclista di San Pietro di Morubio, e si era dato alla fuga. Sono serviti un po’ di giorni di indagini per risalire all’identità del conducente della Seat Ibiza nera riconducibile all’incidente. Con il controllo dell’auto è arrivato anche l’arresto di un cittadino marocchino di 24 anni, che ora, davanti al giudice, dovrà rispondere di omicidio colposo, omissione di soccorso e per aver simulato e denunciato falsamente il furto dell’auto.


Il cerchio si è stretto l’8 marzo, dopo che i carabinieri di Minerbe hanno verificato alcune registrazioni video recuperate da impianti di videosorveglianza della zona dell’incidente. È stato così che i militari hanno rintracciato l’auto guidata dal 24enne che riportava “tracce evidenti e danni esattamente riconducibili al sinistro stradale in cui era stata coinvolta- come precisa una nota del Comando di Legnago-. Sono stati riscontrati i danni dovuti all’urto con il motoveicolo condotto da Saccomani e le rispondenze con le parti in plastica ritrovate sul luogo dell’incidente”. Attualmente il marocchino 24enne, residente in provincia di Padova, è in stato di libertà, in attesa di altri riscontri investigativi per accertare la dinamica dell’accaduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento