Finti incidenti per frodare l'assicurazione, 10 indagati dalla procura veronese

Si tratta di cittadini che vivono tra le province di Avellino e Napoli. Le presunte truffe, sull'ordine delle migliaia di euro, sarebbero cominciate dal 2013

(Foto di repertorio)

Un'organizzazione che inscenava dei finti incidenti stradali per frodare l'assicurazione. È proprio frode assicurativa in concorso il reato ipotizzato nei confronti di dieci cittadini che vivono tra le province di Avellino e di Napoli.

L'indagine, come si legge su AvellinoToday, è stata coordinata dal pm veronese Angela Barbaglio ed è partita da una querela da una filiale della veronese Cattolica Assicurazioni, insospettita da alcune anomalie riguardanti una decina di incidenti stradali.

Le presunte truffe, sull'ordine delle migliaia di euro, sarebbero cominciate dal 2013. Per i dieci indagati non è ancora scattato il rinvio a giudizio e i loro difensori dovranno scardinare l'impianto accusatorio della procura veronese per dimostrare che gli incidenti non era finti e che quindi non si è prodotta alcuna frode a danno dell'assicurazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • Cosa (si può) fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 gennaio 2021

Torna su
VeronaSera è in caricamento