rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Torri del Benaco / Strada Regionale 249

Autovelox di Pai «non poteva essere autorizzato», presentato esposto in Procura

L'associazione Migliore Tutela è certa «di aver inviato all'autorità giudiziaria elementi chiari e inconfutabili» e chiede al procuratore di verificare l'eventuale presenza di reati commessi dal sindaco di Torri del Benaco

Le sue richieste non sono state accolte dal sindaco di Torri del Benaco Stefano Nicotra e dal prefetto di Verona Donato Cafagna. L'associazione Migliore Tutela si così rivolta alla Procura della Repubblica di Verona. Ieri, 28 febbraio, è stato presentato un esposto contro l'autovelox installato l'estate scorsa sulla Gardesana all'altezza di Pai.

Un esposto «dettagliato e sostanzioso», ha fatto sapere AltVelox, la struttura tecnico-legale dell'associazione dei consumatori Migliore Tutela. Organizzazione che ha raccolto la protesta dei tanti automobilisti multati e che è convinta che l'autovelox di Pai sia irregolare. «Non possiamo e non vogliamo sostituirci ai pubblici ministeri», ha aggiunto Migliore Tutela, associazione certa «di aver inviato all'autorità giudiziaria una serie di elementi tecnico giuridici chiari e inconfutabili, citando leggi e normative precise che testimoniano come quell'autovelox non poteva essere autorizzato su quella strada e di conseguenza non avrebbe potuto sanzionare per un milione di euro al mese».

Con questo esposto si chiede alla Procura di valutare se ci siano stati reati da parte del sindaco Nicotra, del prefetto Cafagna e del dirigente di Veneto Strade in qualità di gestore della Strada Regionale 249 Gardesana.
Nel frattempo, Migliore Tutela porterà avanti i suoi ricorsi al giudice di pace di Verona. «Abbiamo predisposto almeno 200 impugnazioni per altrettanti verbali notificati», ha specificato l'associazione, la quale però non è l'unica ad occuparsi dell'autovelox di Pai. Adiconsum ha aperto uno sportello informativo sempre sulle possibilità di ricorso. E la parlamentare di Fratelli d'Italia Alessia Ambrosi è in attesa di una risposta alla sua interrogazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autovelox di Pai «non poteva essere autorizzato», presentato esposto in Procura

VeronaSera è in caricamento