menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Sofia Zago con i suoi genitori (Foto BresciaToday)

Sofia Zago con i suoi genitori (Foto BresciaToday)

Caso della bimba morta di malaria: l'autopsia sarà eseguita a Verona

Sarà l'istituto di medicina legale scaligero a svolgere l'esame da cui si spera di poter ricavare dettagli utili per scoprire la verità sul decesso di Sofia Zago

Domani, 7 settembre, sarà eseguita all'istituto di medicina legale di Verona l'autopsia della piccola Sofia Zago, la bimba di 4 anni morta di malaria all'ospedale di Brescia. L'esame sarà utile per le due inchieste aperte sul caso, che potrebbe essere il primo caso di malaria autoctona registrato in Italia da decenni.

La famiglia della vittima è trentina e il primo ricovero era avvenuto all'ospedale di Trento dove ora la magistratura indaga per omicidio colposo contro ignoti. L'altra indagine, come riporta SkyTg24, è stata aperta a Brescia.

La bimba potrebbe aver contratto la malattia nell'ospedale trentino dove sono ricoverati due minori del Burkina Faso che si erano ammalati dopo un viaggio nel loro paese. Ma si naviga ancora sul mare delle ipotesi. Quello che si vuole scoprire è se sono stati seguiti tutti i protocolli obbligatori per questo genere di malattia. Insomma, si vuole verificare che non ci siano responsabilità imputabili alle strutture ospedaliere. E si spera che l'autopsia a Verona possa fornire qualche dettaglio utile alla ricerca della verità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento