menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autoerotismo in pubblico: "Volevo fare una foto da inviare a mia moglie"

Ha provato a giustificarsi così, il 25enne del Gambia denunciato dalla Polizia per atti osceni. Lo straniero inoltre era irregolare in Italia ed è scattato così il decreto di espulsione

È stato l'autista di un bus che passava in piazzale XXV Aprile, a Verona, a notare intorno alle 15.30 di lunedì C. I., 25enne del Gambia, che è stato poi denunciato dalla Polizia per il reato di atti osceni in luogo pubblico.

È partita così la segnalazione dell’accaduto alla Centrale Operativa della Questura, che ha consentito agli agenti di intervenire tempestivamente e di cogliere in flagranza lo straniero mentre, seduto su una panchina, praticava atti di autoerotismo di fronte ai passanti. Alla vista dei poliziotti, l'uomo ha cercato di coprirsi e di giustificare il suo comportamento asserendo di essersi sbottonato i pantaloni con il solo intento di fotografarsi le parti intime, per poi inviare l’immagine alla moglie attualmente residente in Svezia.
Le sue parole però non sono bastate e gli agenti lo hanno accompagnato presso gli uffici della Questura per lo svolgimento delle consuete procedure identificative, che hanno fatto emergere ulteriori irregolarità relative al suo soggiorno in Italia.
Dopo la denuncia per atti osceni in luogo pubblico, C. I. è stato messo a disposizione dell’ufficio Immigrazione, che lo stesso giorno gli ha notificato il decreto di espulsione dal territorio italiano. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento