Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Auto blu, sempre di più. Ma non a Verona, dove non pesano sul bilancio

Un'indagine ha mostrato che il comune capoluogo ha 26 auto, ma solo due si possono definire "di rappresentanza" e non sono di proprietà, ma concesse in comodato gratuito in cambio di pubblicità

"Il ritorno delle auto blu: in un anno novemila in più" questo è il titolo con rima della sezione Economia & Finanza del sito di Repubblica. In questo articolo si fa riferimento ad un'indagine dell'agenzia di analisi dati Twig, che ha mappato tutte le auto blu degli enti locali italiani, quindi di Comuni, Regioni e Province. Grazie a questa indagine si può scoprire quante sono le auto "di rappresentanza" negli enti più vicini ai cittadini.

Fermandosi al titolo ci si potrebbe subito indignare, pensando che ci siano quasi 30 mila auto blu all'interno della pubblica amministrazione. La realta è ben diversa e leggendo in maniera più approfondita i dati raccolti da Twig ci si rende subito conto che l'indagine identifica meglio le auto in dotazioni ai Comuni.

Un esempio è il Comune di Verona. L'indagine Twig indica che il Comune di Verona ha 26 auto. Vero. Ma queste 26 auto non sono tutte auto blu. 24 di queste 26 auto sono infatti di proprietà del Comune e sono a disposizione degli uffici, quindi in un certo senso servono per far funzionare meglio i servizi offerti ai cittadini. Le restanti 2 auto sono quelle che servono per i viaggi di lavoro di sindaco e assessori, ma non sono di proprietà del Comune. Sono state date infatti in comodato gratuito, quindi non gravano sulle casse comunali. In cambio, il concessionario che le mette a disposizione del Comune ottiene pubblicità durante gli eventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto blu, sempre di più. Ma non a Verona, dove non pesano sul bilancio
VeronaSera è in caricamento