Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Valverde / Via Salvo D'Acquisto

"Gli anziani sono diventati dei bancomat". Per i Carabinieri aumentano le truffe

Il Comandante Provinciale Pietro Oresta è preoccupato: "Gli anziani sono diventati dei bancomat". I casi vengono denunciati con una frequenza quotidiana, con i truffatori che si fingono Carabinieri

Non ci sono dati ufficiali, ma il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Verona Pietro Oresta è preoccupato a nome di tutti i suoi uomini. Per questo ha voluto inviare dei messaggi chiari a tutta la cittadinanza. I Carabinieri non chiedono soldi a nessuno, non vendono abbonamenti a riviste porta a porta e non fanno recupero crediti.

Il motivo di questa comunicazione urgente è il crescente fenomeno delle truffe agli anziani. I casi si ripetono con una frequenza quasi quotidiana, a macchia di leopardo in tutto il territorio. "È straziante, - ha dichiarato Pietro Oresta - gli anziani sono visti come bancomat. Sono le prede preferite dai truffatori".

Il Comandante dei Carabinieri ha raccontato alcuni casi recentemente denunciati. In un'occasione, un anziano ha ricevuto la visita di una persona che si è presentata come un carabiniere. L'imbroglione ha raccontato che il figlio della vittima si trovava in caserma e per farlo uscire servivano 1000 euro. Un caso simile è avvenuto nel villafranchese, dove un uomo del '44 ha ricevuto la telefonata di una persona che diceva di essere un carabiniere. In questo caso la chiamata preannunciava l'arrivo di una persona di fiducia, che sarebbe passata a casa del raggirato per ritirare 3000 euro, soldi che servivano per pagare l'avvocato difensore del figlio finito nei guai. Tempo un minuto dalla fine della chiamata e un complice si è presentato alla porta della vittima chiedendo i soldi. Non trovandosi però in possesso della cifra, l'anziano gli ha consegnato 800 euro e dei preziosi in oro. Quando il figlio della vittima è tortato a casa, l'uomo ha chiesto spiegazioni, scoprendo così di essere stato truffato.

Il Comandante Oresta ha ribadito che in casi come questi l'unica cosa da fare è chiamare il 112, altrimenti è difficile risalire all'identità dei truffatori e fermarli. Inoltre, i Carabinieri hanno chiesto anche alle famiglie di stare più vicino alle persone anziane, che a volte a causa della solitudine lasciano entrare in casa i truffatori, anche solo per avere qualcuno con cui parlare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Gli anziani sono diventati dei bancomat". Per i Carabinieri aumentano le truffe

VeronaSera è in caricamento