rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

La crisi continua a mordere, disoccupati in aumento a Verona

Il tasso di disoccupazione giovanile è salito al 18%. Continua a crescere l'afflusso di persone che si affidano agli ex uffici di collocamento

La crisi continua a mordere anche nel territorio veronese. Non sono molto confortanti i dati diffusi dai centri per l'impiego gestiti dalla Provincia di Verona.

Dal capoluogo a San Bonifacio, da Legnago a Bovolone, da Affi a Villafranca, tutti gli addetti agli sportelli indicano che crescono le persone che si rivolgono quotidianamente agli ex uffici di collocamento.

Mediamente ogni giorno a Verona si registrano 130 richieste, 60 a Villafranca, 50 a Legnago, 40 a San Bonifacio e Affi.


Il tasso di disoccupazione giovanile è salito al 18% (peraltro contro un 33% a livello nazionale), mentre i lavoratori in mobilità retribuita sono nei primi cinque mesi dell'anno sono diventati 1888. Nel 2008 erano 741.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La crisi continua a mordere, disoccupati in aumento a Verona

VeronaSera è in caricamento