Cronaca

Atv, sciolto il nodo nomine: Bettarello sar presidente

L'ex numero uno di Aptv lascia il posto al leghista Mauro Grezzani. All'appello manca solo Amt

Atv, sciolto il nodo nomine: Bettarello sar presidente

Mentre il nodo nomine di Amt appare ancora in alto mare, quello di Atv potrebbe sciogliersi a breve. Questione di ore per la nomina di Massimo Bettarello, ormai ex numero uno di Aptv, che andrà a riempire lo spazio lasciato bianco sotto la voce “presidente” del sito dell’Azienda trasporti Verona, divisa in due tra la proprietà del Comune e quella della Provincia. Suona tanto di promozione, per Bettarello, esponente leghista di Castagnaro, e anche per Mauro Grezzani, che stamane ha rassegnato le dimissioni dal Consiglio provinciale per ricoprire la carica di amministratore unico di Aptv.
Una poltrona ambita quest'ultima, ma che, tuttavia, non ha fatto gola all’attuale assessore provinciale alla Mobilità, Gualtiero Mazzi, che qualche giorno fa aveva compilato una lettera di rinuncia per la poltrona di lungadige Galtarossa. Troverà così la proverbiale “quadra” il settore dirigenziale dell’azienda, che, a fine estate, aveva visto dimissionario il suo presidente, Gianluigi Soardi, indagato con ipotesi di reato che vanno dal peculato, all’abuso d’ufficio, fino alla truffa per presunti sprechi di denaro e la spinosa questione dei rimborsi.


Può esultare alla nomina di Bettarello anche il sindaco Flavio Tosi. Un altro numero uno, un altro membro del Carroccio, sicuramente più vicino al primo cittadino di quanto non poteva essere Mazzi. Ora, dopo il rinnovo dei vertici di Amia e Agsm, tocca solamente ad Amt risolvere la questione della presidenza che appare, a questo punto, più politica. Non fosse per la lotta intestina al centrodestra tra il presidente uscente di Destra sociale, Massimo Mariotti e l’esponente giorgettiano, Germano Zanella.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atv, sciolto il nodo nomine: Bettarello sar presidente

VeronaSera è in caricamento