Cronaca Lungadige Antonio Galtarossa

Biglietti più cari a bordo: inizia il 22 giugno la sperimentazione Atv sui bus urbani

Da lunedì, sulle linee urbane 31 e 32 prenderà il via il nuovo triplice ruolo degli autisti che saranno anche bigliettai e verificatori

Inizierà finalmente il 22 giugno 2015 la sperimentazione che vuole gli autisti Atv bigliettai e verificatori. Le prime linee che proveranno il nuovo servizio sono la 31 e la 32. Nonostante i dissapori tra la direzione e i conducenti stessi, il progetto sperimentale verrà davvero avviato, anche se con qualche giorno di ritardo rispetto a quanto ipotizzato all'inizio.

Sono 25 gli autisti, su base volontaria, che verranno coinvolti nel nuovo servizio, per altro già fornito da tempo sulla linea 22, oltre che sugli autobus urbani. Da ottobre, se tutto va bene, il servizio verrà esteso a tutte le linee. Inoltre, nelle prime due settimane, i conducenti verranno affiancati dai verificatori, che li assisteranno nelle operazioni di controllo.

Ma cosa cambia per i passeggeri? Innanzitutto, anche sui mezzi urbani, avranno la possibilità, anzi l'obbligo, di fare il biglietto a bordo. Però il costo del biglietto sarà maggiorato rispetto all'acquisto a terra. Se infatti il prezzo attuale è di 1,30 euro, a bordo sarà di 2 euro. 80 di questi centesimi confluiranno nello stipendio dell'autista; secondo le stime, i conducenti potrebbero guadagnare circa 300/400 euro di più al mese. Un altro cambiamento sarà nell'ingresso al mezzo; come già accade sugli extraurbani, si potrà salire solo dalla porta anteriore, tranne negli orari di punta; in questo modo, sarà possibile un controllo capillare dei passeggeri. A tal proposito, il conducente controllerà che ogni passeggero convalidi il proprio titolo di viaggio e se non la fa, verrà invitato ad acquistare il biglietto. In caso di rifiuto, verranno avvisati i controllori e scatterà la sanzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biglietti più cari a bordo: inizia il 22 giugno la sperimentazione Atv sui bus urbani

VeronaSera è in caricamento