Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Lazise / Via Gardesana

Attentato a Bangkok, una coppia di Lazise è lì in vacanza: la testimonianza

I familiari di Elena Residori e del marito Francesco Bazerla raccontano quanto ascoltato direttamente dai figli in vacanza in Thailandia proprio nei giorni in cui è scoppiata la bomba che ha causato 22 vittime

Lunedì 17 agosto, alle ore 14 italiane, 19 ora locale, una bomba è scoppiata in un centro commerciale di Bangkok causando 22 morti e centinaia di feriti. Molti i turisti nella località thailandese, tra cui una coppia di Lazise, Elena Residori e Francesco Bazerla. Loro al momento dell'attentato erano in albergo, ma hanno rischiato di essere coinvolti nella carneficina. Erano arrivati a Bangkok nel giorno di ferragosto per un tour della Thailandia.

Il quotidiano L'Arena ha sentito i familiari dei due sposi, in particolare i genitori di Francesco, che raccontano: "Ci hanno detto di aver avvertito un botto mentre si trovavano in albergo, che comunque era piuttosto distante dal luogo del disastro. Sulle prime non hanno nemmeno capito cosa fosse realmente accaduto. Poi, più tardi, guardando la televisione, si sono resi conto della gravità della situazione. E oggi, (ieri per chi legge, ndr), c'è stata un'altra esplosione, per fortuna senza vittime. Sono stati proprio loro i primi a informarci di questo secondo attentato". Comunque, la coppia, amante dei viaggi, non è intenzionata a interrompere il proprio tour e ha comunicato alle famiglie di sentirsi tranquilli.

Residori e Bazerla non sono gli unici testimoni veronesi di un grande evento di cronaca internazionale. A giugno, testimonianze dirette erano arrivate da un giornalista che si trovava nei pressi dell'attentato sulla spiaggia di Sousse in Tunisia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attentato a Bangkok, una coppia di Lazise è lì in vacanza: la testimonianza

VeronaSera è in caricamento