menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carabinieri a Verona

Carabinieri a Verona

Via vai sospetto da un garage segnalato dai residenti: carabinieri trovano droga e contanti

Arrestato un uomo classe '75 che ora dovrà presentarsi in caserma a giorni alterni

La segnalazione si è presentata sin da subito molto dettagliata, da parte di un cittadino in rappresentanza di alcuni residenti di via Bevilacqua, esausti per il "passaggio" di auto e di mani che erano costretti a vedere sotto casa loro. Si sarebbe infatti trattato di una vera e propria attività di spaccio, descritta ai carabinieri dal cittadino che ha compiuto la segnalazione, svolta dalla tarda mattina fino oltre le 16 di ogni giorno «festivi compresi».

La notizia è stata presa in carico dalla stazione dei carabinieri Verona principale e, poco dopo, gli stessi spiegano di aver arrestato l’uomo "segnalato". I militari dell'Arma, postisi in osservazione nei pressi del civico indicato, spiegano di aver potuto scorgere un’auto diretta verso un garage dove si percepiva del movimento di persone. A quel punto, dopo pochi minuti, l’auto è uscita dal garage con a bordo non più una sola persona, ma due: i carabinieri hanno intimato l’alt al conducente e passeggero, identificandoli in due pregiudicati con precedenti proprio per stupefacenti.

Entrambi, secondo il resoconto forito dai carabinieri, si sarebbero mostrati molto agitati e sono stati poi condotti in caserma per verifiche più approfondite. Su di uno, il conducente, sarebbe stato trovato dai militari un flacone di metadone. Il soggetto avrebbe quindi indicato ai carabinieri quale "venditore" della droga proprio il passeggero a bordo della sua auto all’uscita dal garage. Nei confronti di quest'ultimo, un cittadino veronese classe '75, è stata compiuta una perquisizione prima presso l'abitazione e poi proprio nel garage di sua proprietà.

Nel garage i carabinieri riferiscono di aver trovati 8 flaconi sigillati di metadone e 5 involucri per ben 6 grammi di cocaina. Inoltre sarebbe stato trovato del materiale per il confezionamento, un bilancino digitale e 100 euro dentro un pacchetto di sigarette, oltre a 330 euro tutti in banconote da 20 e 50 euro, sempre all’interno di un pacchetto di sigarette. I carabinieri spiegano quindi di aver arrestato l'uomo per "spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente" di diversa natura, in particolare cocaina e metadone. L'arrestato è comparso questa mattina dinanzi al giudice per la celebrazione del rito direttissimo. L'arresto è stato convalidato ed è stato disposto l'obbligo di firma a giorni alterni presso la stazione carabinieri di Verona principale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento