menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si fingono arrotini per truffare casalinghe e commercianti: padre e figlio denunciati

Un 50enne e un 27enne di Valeggio sul Mincio sono stati colti in flagranza di reato dai carabinieri di Lazise, mentre svolgevano la propria attività illecita

I Carabinieri della Stazione di Lazise hanno denunciato due pregiudicati per truffa e danneggiamento.
La coppia di truffatori, padre 50enne e figlio 27enne di Valeggio sul Mincio, si aggirava da tempo nel circondario a bordo di una Fiat Punto di colore bianco, proponendosi come arrotini ambulanti sia alle casalinghe, alle quali proponevano la sostituzione e l’affilatura della lama dei loro coltelli da cucina, così come agli esercenti pubblici, offrendo la manutenzione delle lame delle affettatrici e dei coltelli professionali.

La coppia agiva in maniera organizzata, poiché mentre uno faceva il palo vicino all’auto, pronto ad avvisare il complice in caso di controlli, l’altro si presentava sull’uscio di casa o nel negozio della della vittima, da cui riceveva i coltelli che fingeva di affilare in auto, nel cui bagagliaio in realtà procedeva alla rapida sostituzione della lama con un'altra di bassissima qualità. Il prodotto finito veniva poi saldamente confezionato, per non consentire di riconoscere immediatamente la truffa subìta; quando le vittime si accorgevano della pessima fattura del lavoro, di fatto non potevano più pretendere nulla poiché nel frattempo gli ambulanti si erano rapidamente allontanati.
I militari di Lazise sono riusciti a cogliere i due truffatori in flagranza di reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento