Arrestato dai carabinieri in stazione a Verona: nel costume aveva 105 grammi di hashish

Il giovane è stato arrestato dopo un breve tentativo di fuga

Anche nel weekend proseguono i controlli volti alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze stupefacenti, specialmente in zone particolarmente battute dagli spacciatori, come può essere quella della stazione di Verona Porta Nuova. Ieri pomeriggio, venerdì 21 agosto, i carabinieri della sezione radiomobile di Verona rivelano infatti di aver controllato due cittadini nordafricani che, per il loro atteggiamento guardingo assunto non appena vista l’autoradio, avrebbero destato la curiosità dei militari. Difatti, appena i carabinieri sono scesi dal mezzo di servizio, i due soggetti si sarebbero dapprima rivolti come per tornare indietro verso la stazione, ma una volta notata la presenza di alcuni agenti della polizia ferroviaria, avrebbero cambiato via di fuga e cominciato a correre verso le rastrelliere in via Case Ferrovieri. Qui, tuttavia, sarebbero stati raggiunti e fermati dagli stessi carabinieri che, poco prima, li avevano notati.

Questi ultimi avrebbero così proceduto al controllo dei due soggetti, dei quali solo uno risultava avere pregiudizi di polizia, gravato anche da un divieto di dimora nel Comune di Brescia, tuttora in atto. Costui, un cittadino gambiano classe '95, secondo ciò che riportano sempre i carabinieri, si sarebbe mostrato insofferente e nervoso ed avrebbe infatti nascosto nel costume che portava sotto i pantaloni un involucro in cellophane trasparente che, insieme a della crema profumata utile a distrarre un eventuale controllo da parte di unità cinofile, avvolgeva un panetto di hashish da 105 grammi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, il giovane è comparso questa mattina dinanzi al giudice per la celebrazione del rito direttissimo. Convalidato l’arresto, è stata disposta la misura dell'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria dal lunedì al sabato. Richiesti i termini a difesa, il processo è stato infine rinviato al prossimo 17 dicembre 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

  • La fuga dopo la rapina diventa un incidente mortale: perde la vita una 29enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento