Su un treno per Bolzano viene scoperto con un chilo di marijuana: 20enne finisce nei guai

È un cittadino nigeriano di 20 anni residente nel Bresciano, fermato in stazione Porta Nuova

La "merce" sequestrata dagli agenti della polfer in stazione Porta Nuova

Proseguono i controlli della polizia ferroviaria nella stazione di Verona Porta Nuova per il contrasto ai traffici illeciti di sostanze stupefacenti. A "fiutare" che qualcosa non andava questa volta sono stati gli agenti del Settore di Polizia Giudiziaria. Nella mattinata del 25 settembre scorso, i poliziotti hanno individuato un cittadino nigeriano, I.A. di 20 anni, appena sceso da un treno proveniente da Brescia che si è diretto con fare circospetto a bordo di un treno per Bolzano.

Il comportamento ambiguo dell’uomo ha subito attirato l’attenzione degli agenti in borghese, impegnati come di consueto in un servizio volto proprio a prevenire il consumo e la vendita di droga. Dopo averlo seguito senza essere notati, gli agenti lo hanno bloccato in una carrozza del treno ancora fermo in stazione. La successiva ispezione del suo zainetto, ha permesso di trovare un involucro contenente un chilo di marijuana, droga che venduta avrebbe fruttato circa 6000 euro.

Il ventenne è stato tratto in arresto e condotto presso il carcere di Montorio Veronese a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il cittadino nigeriano, che risulta essere residente in provincia di Brescia, al processo dovrà rispondere di detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Nella giornata di ieri, venerdì 28 settembre, dopo la convalida dell’arresto, il G.I.P. ha disposto la custodia cautelare in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento