Spacciatore arrestato dalla guardia di finanza di Verona: sequestrate circa 400 dosi di eroina

L'uomo è stato arrestato dai finanzieri nella zona di Borgo Roma

L'eroina e gli altri "attrezzi del mestiere" sequestrati dalla guardia di finanza all'uomo arrestato

La guardia di finanza di Verona negli scorsi giorni durante un servizio finalizzato alla repressione dei traffici illeciti, ha arrestato un uomo di origini tunisine trovato in possesso comolessivamente di oltre 170 grammi di eroina. I finanzieri avevano inizialmente notato in zona Borgo Roma un uomo in bicicletta, il quale dopo essersi avvicinato ad un'altra persona di origine magrebina, aveva repentinamente cambiato direzione non appena accortosi della presenza della pattuglia.

I finanzieri, insospettiti da tale comportamento insolito, si erano quindi avvicinati al soggetto di origine magrebina che, nel frattempo, aveva tentato di disfarsi di alcuni sacchetti di piccole dimensioni. Quest'ultimi si è poi scoperto contenere diverse dosi di eroina, circa un grammo, prontamente recuperate e sequestrate dai militari. L’uomo è stato subito fermato e perquisito e i finanzieri hanno deciso di estendere la perquisizione anche all'interno della sua dimora, quale luogo probabile deputato a nascondere altro stupefacente.

2019 7 giugno arresto erioina spaccio guardia di finanza verona 2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
La pattuglia dei finanzieri

Nel corso di tale operazione, infatti, sono stati trovati altri 169 grammi circa di eroina, in parte già confezionata in dosi pronte per la cessione, nonché denaro contante e materiale per il taglio e confezionamento della droga, quali un coltello e un bilancino di precisione. Il quantitativo di eroina sequestrato avrebbe consentito allo spacciatore di ottenere oltre 400 dosi. Il soggetto è stato pertanto arrestato e portato in carcere, così come disposto dal pubblico ministero. Nella giornata del 6 giugno il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Verona, il Dott. Luciano Gorra, ha  quindi convalidato l’arresto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento