Arrestato dai carabinieri di Legnago spacciatore con oltre un chilo di cocaina

La droga sequestrata avrebbe potuto fruttare oltre 700mila euro sul mercato, secondo i militari

I carabinieri di Legnago mostrano la droga e il denaro contante sequestrati

Lo scorso 24 maggio i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Legnago hanno tirato le fila di un'attività di spaccio che veniva monitorata da qualche tempo e che ha condotto gli investigatori fino ad Occhiobello, nel Rodigino.

Nel corso di quella mattinata, i militari stavano pedinando O.M., cittadino italiano, classe 1973, residente a Occhiobello, con precedenti di polizia, a bordo della sua utilitaria il quale, dopo essersi recato regolarmente sul posto di lavoro, a metà mattinata si era portato presso un supermercato. L’uomo effettuati gli acquisti, è uscito dal parcheggio per andare in una zona di campagna, probabilmente per incontrare eventuali acquirenti ma, accortosi di essere seguito dai carabinieri, ha accelerato repentinamente cercando di far perdere le proprie tracce.

Giunto vicino ad un canale nei pressi di via Piacentina, si è liberato di un grosso involucro chiaro, gettandolo dal finestrino in corsa. I militari dopo 200 metri sono riusciti a bloccare l’uomo, sottoponendolo a perquisizione e trovandolo in possesso di 6000 euro in contanti e 1,2 grammi di cocaina contenuti in un piccolo sacchetto. In seguito i militari hanno recuperato anche l’involucro a forma di tavola finito nel canale che una volta aperto ha rivelato la presenza di 1 chilo e 100 grammi di cocaina, destinata secondo le forze dell'ordine ad essere posta sul mercato con un guadagno complessivo di circa 770.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La sostanza stupefacente è stata ovviamente sequestrata oltre al denaro, ritenuto provento dello spaccio. L’uomo è stato poi arrestato e condotto presso il carcere di Rovigo con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in vigore la nuova ordinanza firmata da Zaia: cosa cambia a Verona

  • In 24 ore 15 morti positivi al virus nel Veronese: frenano contagi e ricoveri. Veneto: 9.177 casi

  • Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento