Trovati con arnesi da scasso, avevano pedinato un furgone portatabacchi

I due, provenienti dall'Emilia Romagna, sono stati denunciati in stato di libertà. A fermarli sono stati i carabinieri, che hanno anche rintracciato un altro cittadino destinatario di un ordinanza di custodia cautelare in carcere

(Foto di repertorio)

Oggi, 13 settembre, i carabinieri veronesi hanno tirato le somme dei risultati ottenuti a termine di un'intensa attività di controllo e prevenzione dei fenomeni criminali in città realizzata nel fine settimana.

In Viale Stazione Porta Vescovo, i militari hanno rintracciato e arrestato un marocchino classe '97, pregiudicato, destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di rapina in concorso. Lo scorso 14 agosto, a Castelnuovo del Garda, il soggetto, insieme ad un altro connazionale, aveva colpito con calci e pugni un altro marocchino per sottrargli un paio di scarpe, una collana d'argento, un cellulare ed un orologio.

In Via Pallone, i carabinieri hanno bloccato un veicolo precedentemente segnalato per aver pedinato, ieri, un furgone portatabacchi. I due occupanti del mezzo erano un cittadino classe '91 della provincia di Forlì-Cesena ed un classe 2000 di Reggio Emilia. Entrambi sono pregiudicati e nullafacenti e sono stati deferiti in stato di libertà poiché trovati in possesso di arnesi da scasso. Inoltre, a loro carico, pende anche una proposta di foglio di via obbligatorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento