Arrestato un 34enne a Verona: «Minacce di morte, calci e pugni agli agenti di polizia»

L'episodio è avvenuto a Verona e ha visto protagonista un cittadino romeno 34enne

Volante della polizia

La questura di Verona riferisce che gli agenti delle volanti hanno arrestato, sabato 14 settembre poco dopo le 19, un cittadino romeno 34enne, il quale si sarebbe presentato «in stato di ebrezza alcolica», per il reato di "resistenza e minacce a pubblico ufficiale".

I poliziotti intervenuti nell’area tra il piazzale del Cimitero e via Torbido, avrebbero trovato il cittadino romeno disteso a terra sulla carreggiata e, temendo per la sua incolumità e per il suo stato di salute, l’avrebebro quindi subito soccorso e spostato presso il vicino marciapiede. In quel frangente, il personale sanitario di un’ambulanza di passaggio della Croce rossa avrebbe a sua volta prestato le prime cure chiedendo poi l'intervento di altro personale, essendo i soccorritori già diretti altrove per rispondere ad un'altra chiamata.

Nell’attesa dell’arrivo della nuova ambulanza, l’uomo a terra si sarebbe ripreso e, secondo quanto riferisce la questura, alla vista dei poliziotti in divisa avrebbe iniziato a dare in escandescenza, dapprima con «minacce di morte» e poi «reagendo fisicamente con calci e pugni contro chi in realtà lo stava soccorrendo». Il cittadino romeno si sarebbe scagliato contro gli agenti e, una volta bloccato definitivamente, avrebbe anche cercato di ferirsi affermando che «l’indomani mattina avrebbe detto al giudice di essere stato picchiato dai poliziotti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo è stato arrestato e, su diposizione dall’autorità giudiziaria, è stato condotto in custodia domiciliare presso la sua abitazione, in attesa del rito per direttissima che si è celebrato questa mattina. Dopo la convalida dell’arresto e stante la richiesta dei termini a difesa, il processo è stato differito al 7 gennaio 2020 con la immediata liberazione del 34enne romeno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento