Viaggiatore arrestato dalla polfer in stazione per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale

La polizia è stata allertata da un cittadino tramite l’apposita applicazione "YouPol"

L'intervento della polizia in stazione a Verona

Prosegue l’impegno costante della polizia di Stato per garantire ai viaggiatori e al personale delle imprese di trasporto di muoversi e lavorare sicuri. Controlli straordinari sono stati effettuati nelle principali stazioni ferroviarie delle quattro province di competenza del compartimento polizia ferroviaria "per Verona ed il Trentino Alto Adige", con un’azione comune svolta simultaneamente dagli agenti di Verona, Vicenza, Trento e Bolzano.

Durante l’operazione i poliziotti impiegati nelle stazioni di competenza hanno identificato 400 persone, elevando anche alcune contravvenzioni al regolamento di polizia ferroviaria. Grazie ai capillari controlli, nella stazione di Verona Porta Nuova, in particolare, la polizia ha arrestato un giovane cittadino marocchino di 21 anni diretto a Milano, al quale sono stati contestati i reati di "lesioni personali", "violenza e resistenza a pubblico ufficiale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il controllo e il conseguente arresto sono scaturiti dalla segnalazione di un cittadino che, notando lo strano comportamento del giovane a bordo del treno, avrebbe comunicato la circostanza alla polizia di Stato tramite l’applicazione “YouPol”. L’informazione sarebbe quindi stata acquisita e valutata in tempo reale dal personale della sala operativa della questura di Verona che, immediatamente, ha allertato il settore operativo polfer. Proprio grazie a questa sinergica ed efficace attività è stato quindi possibile assicurare alla giustizia il malintenzionato, peraltro privo di regolari documenti per la permanenza sul territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva App di biosorveglianza targata Veneto e Luca Zaia annuncia un'«ordinanza innovativa»

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Ingannato dalla chiamata de Numero Verde della Banca: rubati soldi dal conto corrente

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Polemica su Crisanti, il professor Palù: «È un mio allievo esperto di zanzare»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento