Non rispetta l'obbligo di dimora e si reca a Verona per comprare un'auto: ora è in carcere

I carabinieri spiegano di aver documentato a suo carico "sistematiche" violazioni delle misure

I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Bonifacio, durante il tardo pomeriggio di venerdì 12 giugno, riferiscono di aver rintracciato un cittadino marocchino, regolare e con pregiudizi di polizia, destinatario di due diversi provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria che ne hanno disposto la carcerazione. L’uomo è stato rintracciato a Pressana dove, da poco, aveva trasferito il suo domicilio.

A suo carico già gravavano due distinte misure cautelari dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza, poiché ritenuto responsabile di un episodio di atti persecutori nei confronti di un suo connazionale che sarebbe avvenuto nel dicembre 2018, nonché di un episodio di resistenza e violenza nei confronti di un militare dell’Arma all’atto di un controllo di polizia che si sarebbe verificato nel febbraio 2020. I provvedimenti sono stati emessi dal Tribunale di Verona, su richiesta di quella Procura della Repubblica, a seguito delle segnalazioni svolte da parte degli attenti carabinieri della compagnia di San Bonifacio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da parte dei militari dell'Arma, infatti, sarebbero state documentate varie "sistematiche" violazioni alle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria, tutte relative all’allontanamento dal Comune dove l'uomo avrebbe avuto l’obbligo di rimanere. In un caso, in particolare, il cittadino marocchino avrebbe dimostrato l’assoluta mancanza di qualsivoglia remora, recandosi persino a Verona per sottoscrivere in un’agenzia la compravendita di un’automobile. Anche per questi motivi, spiegano i carabinieri, si è reso necessario arginare tali violazioni, accompagnando il reo presso il carcere di Montorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel Veronese sono 29 i nuovi casi positivi e 1.808 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Due classi chiuse per casi positivi al virus nel Veronese: «Rispettate le precauzioni»

  • Picchiata dal marito: luna di miele da incubo per una sposa veronese

  • Per gli otto comuni veronesi confinanti col Trentino 4 milioni di euro

  • Nuovi 40 casi positivi al virus nel Veronese e 1.987 gli isolati: tutti i Comuni di riferimento

  • Tamponi a studenti e personale scolastico: ecco l'app per le prenotazioni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento