Furto sventato dalla polizia alla cooperativa sociale Comunità dei Giovani

Un residente era stato svegliato nella notte da dei forti rumori e ha chiamato il 113. Il ladro, colto in flagrante dagli agenti, si è consegnato senza opporre resistenza

Tre arresti e due furti sventati nel giro di 12 ore, lo scorso fine settimana, per la polizia di Verona. Sabato 8 settembre, gli uomini della squadra volante hanno sventato il furto ad un'auto parcheggiata in via Belluno, arrestato due uomini. Mentre, verso le 4 di notte di domenica 9 settembre, gli agenti sono dovuti intervenire in via Ponte Rofiolo, sempre a Verona. Un cittadino, residente nella zona, era stato svegliato dai forti rumori provenienti dal cortile dello stabile di fronte alla sua abitazione, e aveva deciso di chiamare il 113 per dare l'allarme.

Gli agenti di pattuglia hanno raggiunto in breve tempo il luogo indicato e hanno contattato l'uomo che aveva telefonato alla centrale operativa. Quest'ultimo ha indicato agli uomini in divisa il luogo da cui aveva sentito provenire i rumori. Era la sede della cooperativa sociale onlus Comunità dei Giovani. I poliziotti, entrati nel cortile dello stabile, si sono diretti verso la porta d'ingresso e hanno notato la vetrata infranta ed un piccone abbandonato a terra poco dopo la soglia. Gli agenti sono entrati così nello stabile e in silenzio si sono diretti in una delle stanze al pianterreno. All'interno della stanza, un uomo stava rovistando negli armadi e nelle cassettiere dell'ufficio. Colto in flagranza, il ladro si è consegnato spontaneamente e senza opporre resistenza agli agenti che lo avevano sorpreso.

La perquisizione personale ha consentito di trovare nella tasca del ladro 1.200 euro in contanti che erano stati prelevati da una cassetta di sicurezza metallica trovata proprio in quell’ufficio e forzata con una tenaglia di ferro, tenaglia trovata nello zaino che l'uomo portava con sé.

Arrestato per il reato di furto aggravato, C.A.F., queste le iniziali del malvivente, è stato trasferito nelle camere di sicurezza della questura. Il giudice ha confermato l'arresto e ha imposto il divieto di allontanamento dal territorio del comune di dimora abituale, con obbligo di permanenza domiciliare dalle 20 alle 7 e obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento