Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Stazione / Piazzale XXV Aprile

Pregiudicato fermato per spaccio, ritrova il giudice che lo condannò

Un marocchino di 31 anni con precedenti per stupefacenti è stato arrestato dai carabinieri ieri in Piazzale XXV Aprile mentre vendeva eroina ad alcuni tossicodipendenti veronesi

I carabinieri della compagnia di Verona, hanno arrestato un tunisino per spaccio di eroina. Le indagini dei carabinieri di Verona si sono concentrate nella zona di Piazzale XXV aprile e dei magazzini Generali, dopo varie segnalazioni di cittadini di movimenti sospetti in quelle zone.

LA CATTURA - L’arresto è stato effettuato nella giornata di giovedì 28 aprile, nella tarda mattinata. Il marocchino di 31 anni è stato colto in flagranza mentre spacciava eroina a due tossicodipendenti veronesi. Pregiudicato per stupefacenti, uscito dal carcere nemmeno un anno fa, è già noto ai militari in quanto arrestato ai tempi delle “ex Cartiere”, sempre per spaccio di stupefacenti. Allora era addirittura minorenne, ma quando i militari lo hanno notato nel centro cittadino lo hanno subito riconosciuto, e da lì sono partiti gli appostamenti in borghese per verificare se fosse dedito alla stessa attività.

DAVANTI AL GIUDICE - Arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti continuato, è comparso nella mattinata di venerdì davanti al giudice monocratico, Raffaele Ferrario, che ha convalidato l’arresto e accolto la richiesta di termini a difesa rinviando il processo al 27 marzo 2013, disponendo nel frattempo la custodia cautelare in carcere. In aula un curioso sipario: alla vista dell’arrestato il giudice Ferrario lo riconosce, e da una breve verifica in banca dati emerge che era stato proprio lui a condannarlo nel 2008, sempre per spaccio di sostanze stupefacenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pregiudicato fermato per spaccio, ritrova il giudice che lo condannò

VeronaSera è in caricamento