rotate-mobile
Cronaca Erbè

In macchina con armi giocattolo modificate e lingotti d'oro falsi, arrestati tre malviventi

I tre giovani viaggiavano in auto quando, su segnalazione di un cittadino di Longare, sono stati fermati a Grisignano di Zocco. Fermato anche un giovane residente ad Erbé

Dopo il caso dell'uomo arrestato per aver fabbricato armi pronte al fuoco in casa sua, un altra vicenda peculiare coinvolge anche un residente della provincia. Un giovane residente ad Erbè, di nazionalità croata, è stato identificato dai carabinieri, in relazione all’operazione che ha portato al fermo, a Grisignano di Zocco, di tre giovani residenti in Valsesia.

LA VICENDA - Il terzetto è stato trovato in possesso di un’arma giocattolo, ma modificata per sembrare vera, e di una ventina di lingotti d’oro contraffatti, in realtà semplice ottone. Tutto è nato dalla segnalazione di un cittadino ai carabinieri di Longare, in provincia di Vicenza, i quali sono intervenuti insieme ai colleghi di Camisano Vicentino. Dopo la chiamata al 112, i militari hanno individuato la banda a Grisignano di Zocco, dove si aggirava con fare sospetto. I giovani che sono stati fermati e denunciati: Z.M., classe 1977 di Borgosesia, P.B.M. del 1990 residente a Serravalle, M.A.R. classe 1992, di nazionalità marocchina ma regolarmente residente a Borgosesia. Tutti hanno precedenti e con loro è stato identificato appunto anche il giovane residente ad Erbè.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In macchina con armi giocattolo modificate e lingotti d'oro falsi, arrestati tre malviventi

VeronaSera è in caricamento