Cronaca Via Castello

Fugge dinanzi ai carabinieri: una volta fermato viene trovato con la cocaina e arrestato

L'uomo è accusato di resistenza a pubblico ufficiale poiché avrebbe spintonato i militari

I carabinieri di Minerbe

Alle ore 13 di mercoledì, i militari della Stazione di Minerbe riferiscono di aver notato in una via di Bevilacqua, nel corso di un servizio perlustrativo, i movimenti sospetti di un cittadino marocchino. Si trattava di R.K., classe 1994, senza fissa dimora, già pregiudicato, il quale alla vista dei carabinieri si sarebbe subito dato alla fuga.

A quel punto, spiegano i militari, ne sarebbe scaturito un inseguimento a piedi per le vie cittadine che si sarebbe poi concluso con l'arresto del cittadino magrebino con l'accusa di "resistenza a pubblico ufficiale", in quanto avrebbe spintonato gli stessi carabinieri. Inoltre, per l'uomo è scattata anche l'accusa di "detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio", poichè una volta perquisito, riferiscono sempre i militari, sarebbe stato trovato in possesso di 5 grammi di cocaina, oltre a tre cellulari, presumibilmente per gestire i propri traffici e infine 40 euro ritenuti dai militari possibile provento dell'attività di spaccio.

Il cittadino marocchino ha quindi trascorso la notte presso le camere di sicurezza della Compagnia di Legnago e nella mattinata di giovedì è stato accompagnato al Tribunale di Verona dove il Giudice, dott. Claudio Prota, ha convalidato l'arresto, concedendo i termini di difesa e fissando il processo per il 29 novembre prossimo. Nell'attesa è stato disposto anche l'obbligo di presentazione ai carabinieri tutti i giorni dal lunedì al venerdì.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge dinanzi ai carabinieri: una volta fermato viene trovato con la cocaina e arrestato

VeronaSera è in caricamento