Sorvegliato speciale viene sorpreso al bar dai carabinieri: arrestato, ora torna ai domiciliari

Sul 34enne grava un provvedimento di "Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza"

I carabinieri di Colognola ai Colli

Non avrebbe potuto uscire dal proprio Comune di residenza il 34enne italiano, le cui iniziali sono L.L., sul cui conto gravava la misura di prevenzione della "Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza", disposta nei suoi confronti dal Tribunale di Bari.

Secondo quanto riferiscono i carabinieri della Stazione di Colognola ai Colli, l'uomo è stato arrestato nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 6 settembre, dai militari che, ben conoscendolo in virtù degli assidui controlli, lo avrebbero sorpreso mentre conversava tranquillamente all’esterno di un bar a Cellore d’Illasi. Nonostante l’obbligo di rimanere nel Comune di residenza, cioè quello di Colognola ai Colli, i carabinieri riferiscono di averlo riconosciuto durante un servizio di pattugliamento nella zona di Cellore e, pertanto, sono scattate le manette ai polsi del pregiudicato. 

Su disposizione del sostituto procuratore di turno, il sorvegliato speciale è stato processato nella mattinata di ieri con rito direttissimo al termine del quale il giudice del tribunale di Verona, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la misura cautelare degli arrestati domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento