Calci e pugni ai carabinieri sotto l'effetto della cocaina, semina il panico anche in ospedale

Si tratta di un giovane romeno risultato clinicamente positivo alla cocaina

I carabinieri intervenuti a San Bonifacio

Erano circa le 20 di ieri, giovedì 16 maggio, quando sono iniziate ad arrivare ai carabinieri diverse telefonate che segnalavano la presenza di un giovane in stato di agitazione nei pressi di Corso Italia a San Bonifacio. Giunta sul posto una pattuglia, alla vista dei militari, il ragazzo che in quel frangente stava uscendo dal cinema, si è scagliato contro i carabinieri colpendoli con calci e pugni.

Non senza una certa fatica, gli uomini dell'Arma sono comunque riusciti a trattenere il giovane, ammanettandolo e facendolo infine entrare in macchina. Le parole dei carabinieri rivolte al ragazzo, identificato in un cittadino romeno, incensurato e classe '94, sono inizialmente servite per tranquillizzarlo. Calmati così gli animi e giunto sul posto anche il personale del 118, il ragazzo è stato accompagnato presso il locale pronto soccorso per svolgere degli accertamenti.

Una volta giunto al presidio ospedaliero, approfittando del momento in cui si era ritrovato senza manette ai polsi per consentire ai medici di visitarlo, il giovane ha tuttavia tentato all’improvviso la fuga, abbattendo la porta scorrevole della sala emergenze del pronto soccorso. Un tentativo di scappare piuttosto effimero, essendo il ragazzo subito stato raggiunto e nuovamente immobilizzato dai militari.

Nel corso di queste fasi concitate i due carabinieri in serizio hanno riportato entrambi delle ferite, giudicate poi guaribili in 5 giorni. Il giovane, dopo che era stata accertata clinicamente la sua positività alla cocaina, è stato quindi arrestato e piantonato presso il nosocomio dove è stato trattenuto in osservazione breve e intensiva fino alla mattinata di venerdì.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Comparso quest'oggi davanti al giudice del tribunale di Verona, l’arresto è stato convalidato e per il ragazzo romeno è stato così disposto l’obbligo di presentazione quotidiano ai carabinieri. L'udienza del processo è stata rinviata al prossimo 19 settembre.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Aifa autorizza la sperimentazione sul vaccino anti Covid-19: si farà a Verona

  • Il post Facebook del sindaco di Verona Sboarina sul virus e gli sbarchi dei migranti

  • Scuola, ecco il calendario per il Veneto: si parte il 14 settembre, si chiude il 5 giugno

  • Orologio da 40 mila euro rubato in gioielleria a Verona: padre e figlio in manette

  • Coronavirus: boom di contagiati in Veneto, fra cui pochi veronesi

  • Morto a 37 anni sulla A22, l'appello della moglie: «Cerco testimoni dell'incidente»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento