rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca Bussolengo / Piazza Nuova

Sospettati di furti nel nord e centro Italia: sei arresti. Gioielleria svaligiata per 132 mila euro

I sei arrestati dai carabinieri sono indagati per furti anche ad Affi e Bussolengo

I carabinieri di Tirano, un Comune lombardo della provincia di Sondrio, riferiscono in una nota di aver arrestato sei cittadini di nazionalità georgiana, ritenendoli responsasbili di alcuni furti che avrebbero commesso in diverse zone del nord e del centro Italia, in una circostanza anche nel Comune veronese di Bussolengo e in un'altra in quello di Affi. All'origine dell'operazione dei carabinieri vi sarebbe un grosso furto perpetrato ai danni di una gioielleria di Livigno il 10 ottobre scorso, dove sarebbero stati rubati ben 19 orologi e 6 gioielli per un valore complessivo di oltre 132 mila euro.

Nel corso delle indagini, i carabinieri spiegano che sarebbe poi emerso che i sei soggetti sospettati sarebbero stati dediti alla commissione di furti presso vari esercizi commerciali dislocati nel nord ed anche nel centro Italia. La loro identificazione, essendo tutti senza fissa dimora tranne uno, sarebbe inoltre stata resa «particolarmente problematica dal loro nomadismo». Gli indagati, infatti, avrebbero sempre spostato il proprio luogo di dimora in base alle aree nelle quali avrebbero poi avuto intenzione di commettere furti. Inoltre, i sei avrebbero anche utilizzato utenze con intestatari fittizi e documenti falsi. All'inizio dell'attività d'indagine dei carabinieri, gli indagati si sarebbero trovati nella provincia di Bolzano e si sarebbero poi spostati nel Comune di Livorno da dove, secondo i militari dell'Arma, avrebbero quindi iniziato a mettere a segno una serie di furti.

Nel corso dell’attività d’indagine, spiegano sempre i carabinieri, oltre ai furti commessi nella provincia di Sondrio, i sei cittadini georgiani arrestati sono indagati quali autori di ulteriori cinque furti che avrebbero perpetrato in altrettanti esercizi commerciali, situati nei Comuni di Paese (TV), Bussolengo (VR), Thiene (VI), Rosà (VI) ed Affi (VR). I militari dell'Arma spiegano inoltre che sono in corso ulteriori accertamenti su altri furti. Gli indagati, tutti destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, sono stati arrestati simultaneamente nelle provincie di Bolzano e Livorno alle prime luci dell'alba di sabato 18 dicembre 2020, da parte dei militari della compagnia di Tirano, con l’ausilio di carabinieri dei comandi delle compagnie locali. Durante le operazioni di perquisizione, i carabinieri riferiscono infine di aver trovati e sequestrati oggetti quali orologi, computer ed occhiali, la cui provenienza è ora al vaglio degli stessi investigatori dell’Arma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospettati di furti nel nord e centro Italia: sei arresti. Gioielleria svaligiata per 132 mila euro

VeronaSera è in caricamento