menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Non vuole farsi misurare la febbre in stazione e aggredisce due agenti

Un giovane nigeriano di 26 anni è stato arrestato dalla polizia ferroviaria di Verona Porta Nuova. I poliziotti lo hanno bloccato, ma sono rimasti feriti

Nel primo pomeriggio di ieri, 16 giugno, un giovane nigeriano di 26 anni è stato arrestato dalla polizia ferroviaria di Verona Porta Nuova per aver aggredito due agenti durante un controllo. Gli operatori erano intervenuti a seguito di una discussione nata tra il personale ferroviario e il cittadino straniero, il quale si sarebbe rifiutato di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea prevista per tutti i viaggiatori in seguito all'emergenza Covid-19.

L'uomo, pluripregiudicato, alla richiesta da parte degli agenti di fornire le sue generalità, si sarebbe opposto con calci, pugni e gomitate, mentre rivolgeva offese agli operatori. I poliziotti sono riusciti a bloccarlo, rimanendo feriti. Hanno riportato traumi facciali e sono dovuti ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso. Le loro ferite sono state dichiarate guaribili in una settimana.

L'arresto è stato convalidato oggi con rito direttissimo e il nigeriano è stato condannato. Nei confronti dell’uomo sono in corso accertamenti sul suo permesso di soggiorno, in quanto è risultato destinatario di un ordine del questore di Piacenza a lasciare il territorio a cui finora non avrebbe ottemperato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento