Tonnellate di hashish sequestrate e 18 arresti. Anche Verona coinvolta

Ad essere colpiti dalle ordinanze di custodia cautelare emesse dal tribunale di Bologna sono gli appartenenti ad un'organizzazione criminale specializzata nel traffico di droga

Panetti di hashish (Foto di repertorio)

Anche la squadra mobile della polizia di Verona sta collaborando questa mattina, 18 settembre, con i colleghi di Bologna per l'esecuzione di 18 ordinanze di custodia cautelare emesse dal tribunale felsineo. Nell'operazione sono coinvolti anche gli agenti di Milano, Bari, Foggia, Lucca e Venezia, oltre al Servizio Centrale Operativo (Sco) della polizia.

Ad essere colpiti dalle ordinanze di custodia cautelare sono gli appartenenti ad un'organizzazione criminale specializzata nel traffico di droga. Come riporta BolognaToday, lo stupefacente arrivava in Italia dal porto di Pisa e poi arrivava a Bologna. Tre le tonnellate di hashish sequestrate, oltre ad abitazioni, terreni, autovetture, quote societarie e conti correnti bancari di alcuni degli arrestati per circa 2 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento